informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come ricordare le cose studiate? I 5 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Come ricordare le cose studiate? I 5 consigli da seguire Studiare ad Agrigento

Nonostante gli anni di carriera universitaria ti chiedi ancora come ricordare le cose studiate. Non hai ancora un tuo metodo di studio infallibile, e brancoli alla ricerca di supporto e di sostegno, di tecniche per memorizzare e ricordare tutto il programma d’esame. Partiamo da un semplice presupposto: tutto ma proprio tutto è impossibile; ma continuando a leggere questo articolo ti renderai conto che è comunque possibile immagazzinare molte più informazioni di quelle che apprendi di solito. Di seguito ti spieghiamo come, suggerendoti stili di apprendimento differenti, da quello fisico a quello uditivo, dal visivo passando per l’ascolto attivo.

Come ricordare dopo lo studio

Ci sono diversi metodi di studio che funzionano efficacemente, pur richiedendo un minimo sforzo. Ma se stai sognando ad occhi aperti una di quelle macchine che dovrebbe ipoteticamente trasferire nozioni al tuo cervello senza un minimo impegno nello studio, sappi che non esistono proprio, sono pura fantascienza.

Quello che esiste, ed è stato da tempo provato e collaudato è un metodo di studio. Anzi, per l’esattezza diversi metodi di studio, ognuno dei quali è più adatto a una determinata disciplina oppure a un determinato tipo di persona. Quindi, come ricordare dopo lo studio? In primis è necessario un metodo di studio e poi la volontà e la capacità di declinarlo secondo le proprie esigenze. E qui entrano in scena gli stili di apprendimento, ognuno di noi ne ha uno più spiccatamente manifesto degli altri, che può influenzare positivamente o negativamente la capacità mnemonica e di ragionamento, imparare a conoscerli non serve a conoscere sé stessi, ma a conoscere ancora meglio il mondo dentro e fuori di noi, a sviluppare al meglio la conoscenza.

Metodi di studio per studiare meglio

Non siamo fanatici dell’organizzazione e della metodicità, ma è senz’altro vero che da quando abbiamo iniziato a condurre vite frenetiche, precarie, falsamente autonome, abbiamo un forte bisogno di disciplina. Applicare un certo metodo allo studio acquista un certo valore anche sulla base di quanto detto. Eccone cinque, a seconda delle tue preferenze e delle caratteristiche della materia che stai studiando.

Apprendimento visivo e memorizzazione

Alcuni studi hanno tentato di dimostrare la correlazione tra immagine, segno grafico, simbolo e apprendimento immediato. C’è chi sostiene che anche le noiosissime tabelle siano utili ad imparare meglio. Questo perché la resa in forma grafica di alcuni concetti è più semplice e al tempo stesso più accattivante della lettura di un testo in cui quel grafico viene “spiegato”.

Se sui manuali che devi studiare non ci sono immagini, puoi sempre farne qualcuna da solo: tabelle, schemi, disegni veri e propri che sintetizzano concetti e offrono spiegazioni semplici.

Stile di apprendimento uditivo

metodo di studioCi sono persone che per assimilare un concetto devono ascoltarlo. Abbiamo chiesto ai nostri studenti, iscritti a Unicusano Agrigento, come ricordare dopo lo studio e molti di loro ci hanno risposto: leggendo a voce alta, ripetendo, ma soprattutto riascoltando o ascoltando spiegazioni sul tema. Riescono ad afferrare i dettagli solo se passano per il loro canale uditivo.

Un classico esempio è lo studente che ricorda quello che dice il professore ma non quello che era scritto nel libro. Questa tipologia di studente è legata all’apprendimento uditivo, un tipo di apprendimento che aiuta a ricordare le cose studiate in modo più profondo e produttivo.

Metodo di studio fisico

Le attività manuali sono quanto di più lontano da una sessione di studi. Eppure il corpo ha molto a che fare con la mente, lo sapevano bene anche gli antichi. E lo sanno bene quelle persone che non riescono a stare ferme, che gesticolano tanto con le mani, battono il piede, e fanno qualsiasi altro gesto di apprendimento cinestetico (bellissimo nome, vero?) che li aiuta a memorizzare meglio e ad essere più produttivi.

Ascolto attivo e memorizzazione veloce

Lo studio è una parte vitale della preparazione universitaria, ma lo studio a volte non basta.

Lo abbiamo già detto tante volte. Per ricordare bene quello che si studia si deve anche riposare abbastanza, ma soprattutto creare un ambiente mentale sereno e gradevole. Prima, però, c’è ancora molta strada da fare. E questa strada inizia con il prevenire crisi di memoria, ascoltando attivamente durante le lezioni, partecipando alle lezioni, facendo domande e proposte. Insomma, diventando parte attiva del processo di formazione.

Prendere appunti per ricordare tutto dopo lo studio

Un solo consiglio non basta, questo articolo poteva essere lungo il doppio, ma stiamo per giungere alla fine. Abbiamo individuato quest’ultimo consiglio, trasversale. Prendere appunti sembra il modo migliore per ricordare ciò che si studia.

Prendere appunti, soprattutto durante la lezione, aiuta a tenere traccia di quanto affrontato dal docente, costruendo un discorso unitario e fluido e costellando la mente di punti di riferimento utili a ricordare quello che si studia

Tra metodi di studio e stili di apprendimento, speriamo di averti suscitato il desiderio di sperimentare nello studio, al fine di ricordare tutto e di raggiungere i tuoi obiettivi professionali, universitari.

Credits foto in evidenza e 1: Depositphotos.com – stetsik

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali