informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

4 consigli per iniziare una carriera come psicologo

Commenti disabilitati su 4 consigli per iniziare una carriera come psicologo Studiare ad Agrigento

Questo articolo di consigli per iniziare una carriera come psicologo è pensato per dare le giuste dritte ai laureati in psicologia che vogliono avviare una professione. Per intraprendere la carriera in psicologia diamo per scontato che il laureato abbia anche superato l’Esame di Stato previsto per iscriversi all’albo e lavorare ufficialmente come psicologo.

Se si tratta del tuo caso, alleghiamo a queste righe i nostri complimenti, hai già percorso buona parte del cammino. Ora non scoraggiarti, è arrivato il momento di tenere ancora dura per un po’ per poi godere pienamente dei risultati raggiunti.

Iniziare a lavorare come psicologo: 5 consigli

lavorare come psicologoSe ti guardi intorno a te probabilmente hai molte persone accanto che dispensano suggerimenti e consigli. Ma, come vale per tanti altri settori, è importante ascoltare chi davvero ha un’esperienza in materia e non chi parla “a vanvera”. Questo articolo lo abbiamo scritto attingendo ai lunghi anni di esperienza in formazione a distanza, sia universitaria che postuniversitaria, e chiedendo informazioni dalla viva voce di chi si è trovato di fronte al bivio prima di te.

Persone che come te hanno attraversato un momento difficile, in cui tutto sembrava impossibile. Da queste esperienze abbiamo tratto quattro consigli per iniziare una carriera come psicologo, adatta al contesto attuale, alle richieste del mercato del lavoro e alla necessità del pubblico.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo questi quattro consigli:

  1. Individuare un’area di specializzazione
  2. Creare un’identità professionale
  3. Fare rete
  4. Fidelizza i tuoi primi clienti

Lavorare come psicologo: la specializzazione

Si pensa sempre allo psicologo in generale. Ovviamente il professionista deve possedere una competenza trasversale e completa, ma non esistono tuttotologi neanche in psicologia. Chi si rivolge a uno specialista per un supporto psicologico spesso lo fa per una ragione ben precisa. Se hai un campo di interesse, a cui ti senti legato anche per una certa propensione personale, potresti svilupparlo in modo più intensivo e mirato, di modo da crearti una figura professionale altamente specializzata in quel determinato ambito.

Questa tua specializzazione, che può essere un disturbo alimentare in particolare, una particolare tecnica di consulenza, o altro, ti offre un profilo “di nicchia”, una caratteristica che ti distingue dal resto della massa di colleghi e ti permette di trovare più facilmente un bacino di utenti/pazienti.

Diventare psicologo: come creare un’identità professionale

Se hai trovato il tuo campo specifico è importante definirlo e dargli concretezza attraverso un percorso di creazione dell’identità professionale. Anche se questa definizione sembra piuttosto generica dietro di essa si cela il segreto del successo di molti degli psicologi che negli ultimi anni sono riusciti a farsi un nome e una carriera solida e soddisfacente.

Non è banale né eccessivo costruirsi un logo, creare un’identità grafica che ti permetta di essere riconoscibile subito, on line e anche off line. È ormai scientificamente dimostrato che molte informazioni importanti per la fiducia nelle scelte di acquisto passano per l’aspetto visivo.

La tua presentazione come professionista, dal biglietto da visita passando per la targa dell’ufficio, sono i tuoi primi segnali e segni distintivi per parlare di te ai tuoi utenti e per inviargli un messaggio accogliente, non trascurare questi dettagli.

Lavorare in rete con altri professionisti

Diventare psicologo e lavorare in questo settore è già un importante traguardo. Fai bene a festeggiarlo come si deve. Ma ricordati che la tua preparazione non ti permette di lavorare a qualsiasi caso o in qualsiasi contesto. Per maturare maggiore esperienza e nei campi più disparati è necessario aprirsi alla possibilità di collaborare con altre identità professionali.

Altri professionisti possiedono punti di vista diversi, strumenti di analisi e di intervento diversi e questo è un valore aggiunto, grazie al quale potrai entrare in contatto con situazioni molto diverse da quelle a cui sei comunemente abituato.

Qualche esempio? Potresti entrare in un’equipe di professionisti che lavorano per la riduzione del danno da uso di sostanze stupefacenti, dove oltre alla tua competenza in psicologia può essere necessaria una competenza strettamente medica, capacità di gestione del disagio sociale, o altro. Dottori, infermieri, assistenti sociali, saranno validi colleghi da cui apprendere.

Trovare lavoro come psicologo: fidelizzare i clienti

Non è importante la quantità, ma la qualità. Tra i nostri consigli per iniziare una carriera come psicologo non troverai mai consigli che possano anche solo minimamente rischiare di rovinare la tua reputazione. Non ci importa il successo fine a sé stesso, ma desideriamo dare il meglio ai pazienti, e fare in modo che il lavoro dello psicologo possa giungere a compimento creando benessere per l’individuo e per tutta la collettività. Uno dei nostri consigli più appassionati riguarda, infatti, la cura dei primi clienti. Non è importantissimo, almeno in una fase in cui si deve ancora iniziare a lavorare come psicologo, avere montagne di telefonate, consulenze, lavori, appuntamenti, semmai è più importante avere massima attenzione e cura della fase iniziale.

I primi clienti sono quelli che possono innescare per processo virtuoso e benefico del passaparola, cerca di dedicare loro le tue migliori energie.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – AndrewLozovyi

Credits foto 1: Depositphotos.com – pressmaster

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali