informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento

Commenti disabilitati su Corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento Studiare ad Agrigento

In questo articolo lo staff dell’Università online Niccolò Cusano vuole fornire delle specifiche riguardanti il Corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento, dato il crescente numero di iscrizioni sia alla triennale sia alla magistrale.
Come diventare ingegnere civile
Infatti, gli sbocchi occupazionali garantiti rendono questo corso promosso con la formazione e-learning ad Agrigento uno dei più frequentati dai giovani siciliani. Sei interessato a capire cosa si studia a ingegneria civile? Continua  a leggere.

Nello specifico, il corso di laurea online in ingegneria civile ha avuto per l’anno accademico 2016/2017 – considerando tutt’Italia – un aumento di iscrizioni pari al +36% rispetto allo scorso anno; la sola città di Agrigento ha registrato un +21%, superata solo da alcune città umbre e marchigiane (ma, in questo caso, la figura dell’ingegnere civile sarà funzionale alla ricostruzione post-terremoto).

Lo staff dell’Università Niccolò Cusano, dopo aver fornito alcune specifiche sul Corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento e cosa si studia a ingegneria civile, intende spiegare ai ragazzi che fossero interessati come diventare ingegnere civile.

Vediamo adesso nel dettaglio gli insegnamenti del corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento, specificando quelle acquisibili dopo la sola triennale e quelle più complete acquisite al termine della specialistica.

Corso di laurea triennale in ingegneria civile

Il Corso di Studi triennale online promosso dall’Università Niccolò Cusano realizza un percorso formativo di base orientato a fornire una preparazione metodologica riferita a materie quali la matematica, la fisica,  la chimica e l’ informatica nonché materie specifiche caratterizzanti dell’Ingegneria Civile,

I risultati di apprendimento attesi, al termine del percorso triennale, riguardano principalmente:

  • conoscenze di base incentrate sulle discipline dell’analisi matematica, della geometria e della fisica generale per essere in grado di interpretare e descrivere i problemi dell’ingegneria civile;
  • conoscere adeguatamente le scienze dell’ingegneria civile con capacità di identificare, formulare e risolvere i problemi, utilizzando metodi, tecniche e strumenti aggiornati;
  • utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti, sistemi e processi;
  • acquisire gli strumenti cognitivi di base per l’aggiornamento continuo delle proprie conoscenze;
  • conoscenze linguistiche ed informatiche finalizzate a migliorare le capacità di inserimento dell’ingegnere civile nel mondo del lavoro anche in altri paesi.

Nell’ambito di alcune delle discipline professionalizzanti viene dato ampio spazio ai laboratori progettuali

Il principale obiettivo del Corso di Laurea in Ingegneria Civile è quello di formare un ingegnere di primo livello con conoscenze di base nel campo dell’ingegneria civile (strutturale, idraulica, geotecnica e dei trasporti) e ambientale (tecnologie, ambientali, tutela del territorio e sicurezza).

Anche al termine del solo percorso dei tre anni, un laureato in ingegneria civile potrà intraprendere la carriera lavorativa, cercando di superare l’esame di stato che lo qualificherà come ingegnere Junior.

Corso di laurea magistrale in ingegneria civile

Il Corso di Studi magistrale – naturale prosecuzione del percorso triennale a cui abbiamo fatto riferimento in precedenza – realizza nello studente una solida preparazione fisico-matematica completata con l’approfondimento di strumenti matematici specificamente necessari per le applicazioni ingegneristiche civili.

In particolare, un laureato sarà in possesso delle seguenti skills:

  • capacità di progettare, eseguire, gestire e controllare opere civili di edilizia, infrastrutture, opere idrauliche e opere geotecniche;
  • effettuare rilevamenti in ambito territoriale ed urbano;
  • valutare e progettare in ambito civile ai fine della salvaguardia dal rischio sismico e del ridotto impatto ambientale
  • effettuare valutazioni qualitative e quantitative della sostenibilità di un’opera durante il suo intero ciclo di vita

Successivamente alla laurea magistrale, l’ingegnere potrà iscriversi alla Sezione A dell’albo professionale ed esercitare la libera professione. Avrà quindi la qualifica necessaria per firmare progetti di opere civili anche di elevata complessità, sia a livello individuale che in collaborazione con altri professionisti.

Potrà anche seguire la realizzazione di opere civili di edilizia, di infrastrutture, di opere geotecniche, svolgendo il ruolo di Direttore del Lavori.

Cosa si studia a ingegneria civile in e-learning

Il corso di laurea in ingegneria civile promosso dall’Università Niccolò Cusano può essere affrontato grazie alla modalità e-learning; ecco dunque cosa si studia ad ingegneria civile se si sceglie la modalità online.

Nello specifico, tutte le lezioni possono essere fruite collegandosi con le proprie credenziali alla piattaforma telematica messa a disposizione sul sito web dell’Università. In questo modo sarà possibile decidere autonomamente quando seguire le video lezioni, organizzando al meglio il proprio tempo anche sulla base di eventuali impegni extrauniversitari.

Inoltre, attraverso la piattaforma telematica e-learning ad Agrigento, sarà possibile scaricare materiale utile allo studio ed effettuare dei test di autovalutazione tra un modulo e l’altro del piano di studi, in modo tale da testare la propria preparazione.

Per garantire il corretto funzionamento della piattaforma è anche disponibile un’assistenza tecnica.

Come diventare ingegnere civile

Vediamo, in conclusione, come diventare ingegnere civile in modo tale da fornire tutte le specifiche ai giovani laureati che vogliono affrontare questa professione.

Il nuovo regolamento istituisce l’albo professionale dell’ordine degli ingegneri due sezioni, la A e la B, ciascuna delle quali è ripartita in tre settori che corrispondono alle tre lauree: civile e ambientale, industriale, dell’informazione.

L’ingegnere laureato alla sola triennale, quindi di sezione B, avrà lo stesso titolo del laureato magistrale con l’aggiunta del suffisso “Junior”.

L’esame di stato è articolato così:

  • una prova scritta sulle materie che caratterizzano il settore per il quale si richiede l’iscrizione
  • una seconda prova scritta sulle materie che caratterizzano la laurea specialistica che si è conseguita
  • una prova orale sulle materie oggetto delle prove scritte e sulla legislazione e la deontologia professionale
  • una prova pratica di progettazione nelle materie studiate nel proprio corso di laurea specialistica

Per avere maggiori informazioni sul Corso di laurea in ingegneria civile ad Agrigento e su cosa si studia a ingegneria civile, è possibile contattare lo staff dell’Università online Niccolò Cusano al numero 800 98 73 73.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali