informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fa l’emotusologo e come diventarlo? Quello che devi sapere

Commenti disabilitati su Cosa fa l’emotusologo e come diventarlo? Quello che devi sapere Studiare ad Agrigento

In molti si chiedono cosa fa l’emotusologo. Anche se negli Stati Uniti è una professione ormai diffusa e consolidata, in Italia molti continuano a porsi interrogativi su questa professione. Tra chi è semplicemente curioso e chi vorrebbe fare questo lavoro ci capita spesso di approfondire il tema. In questo articolo vi offriamo tutto quello che sappiamo.

Chi è l’emotusologo

analisi comportamento del voltoAnche il nome è un po’ strano, particolare, senza ombra di dubbio curioso. Cosa fa l’emotusologo? In parole povere si occupa dell’analisi del comportamento emozionale del volto. Le emozioni si riflettono sul nostro viso, costantemente, anche (o soprattutto) quando ci sforziamo di trattenerle. L’emotusologo lavora tramite un’attenta osservazione, sia diretta che su materiale video e fotografico. In alcuni casi utilizza strumentazione specifica per verificare la veridicità delle sue osservazioni e analisi, elabora i dati raccolti tramite computer e svolge attività di ricerca e sperimentazione.

In Italia, dobbiamo ammettere, se ne sente poco parlare. Il tema dell’analisi del comportamento emozionale del volto si sta diffondendo recentemente, soprattutto legata alla psicologia e alle materie che hanno come obiettivo il miglioramento delle relazioni interpersonali dell’individuo. All’estero sicuramente gode di maggiore fama, soprattutto negli Stati Uniti, in cui ormai è radicata e consolidata.

Per avvicinarsi alla professione di emotusologo è necessario sviluppare conoscenze e abilità di comprensione dello sfaccettato mondo delle emozioni e delle sue manifestazioni. Chi si avvia a questo interessante percorso professionale è chiamato a mettere in campo conoscenze tecniche, capacità innate e attitudini da raffinare nel corso del tempo e con l’esperienza. Il suo contributo può essere significativo e cruciale in vari contesti.

In Italia i professionisti hanno la possibilità di iscriversi all’Associazione Nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto. Tra le aree di intervento in cui operano troviamo:

  • Redazione di protocolli di codifica dei movimenti del volto e dei gesti
  • Consulenze di tipo giudiziario e investigativo
  • Consulenza aziendale
  • Supervisione ad educatori, personale scolastico, operatori alla relazione d’aiuto, operatori d’infanzia, formatori di adolescenti
  • Consulenza a gruppi di lavoro, a professionisti della selezione del personale
  • Formazione a personale del settore socio-sanitario
  • Consulenza in ambito sportivo per allenatori e giocatori

La professione di analista del comportamento emozionale del volto non è inquadrata da un albo professionale, ma in Friuli Venezia Giulia è l’Associazione Nazionale è iscritta al registro delle associazioni professionali.

Come diventare emotusologo

Non si diventa emotusologi da un giorno all’altro, neanche se si percepisce di avere il talento, o quell’eventuale sesto senso che molti sono convinti che sia necessario. Per avvicinarsi a questo lavoro è necessario formarsi, come accade in molti altri ambiti. Esiste un percorso di formazione specifico erogato da Istituti di formazione e da Università, regolamentato dall’associazione e strutturato per fare in modo che si debba costantemente seguire aggiornamenti e approfondimenti per garantire la qualità della preparazione degli analisti e il rispetto di standard internazionali.

Una volta seguito l’iter previsto si può praticare l’attività, che può essere sia di tipo:

  • privato (consulenze individuali)
  • comunitario (scolastico, interculturale, etc.)
  • professionale (aziendale, socio-lavorativo)
  • assistenziale
  • sportivo

Tutti coloro che svolgono una libera professione oppure lavorano all’interno di organizzazioni e aziende possono integrare le proprie competenze studiando questa disciplina.

Anche l’Università Telematica Niccolò Cusano ha attivato un master che si prefigge come obiettivo la formazione di analisti emotusologi. Un master di I livello con un programma altamente qualificante. Vediamolo nel dettaglio.

Master in Tecniche di analisi della persona

Questo master è realizzato con l’Associazione Nazionale degli Analisti del comportamento emozionale del volto, ed è afferente alla facoltà di Scienze Politiche. Ha una durata di 1500h, al termine delle quali viene rilasciato agli iscritti un attestato.

Ricordiamo ancora una volta che il principale obiettivo dei master dell’Università telematica Niccolò Cusano è quello di fornire percorsi di studi che sfocino direttamente in concrete possibilità di lavoro. Le scelte e le proposte sono sempre ragionate in questo senso, offrono piani di studio mirati e ritagliati su misura per coloro che hanno obiettivi reali.

Il master in questione, una delle possibilità più interessanti per diventare emotusologo, è finalizzato a dare agli studenti una serie di strumenti efficaci per analizzare attentamente il comportamento emozionale del vi

so. Non solo, l’obiettivo ultimo è quello di creare connessioni forti tra professionisti, rendendo possibile l’organizzazione di una rete nazionale, presente su tutte le regioni.

Per la frequenza vengono rilasciati 60 cfu, mentre la modalità di erogazione della formazione è totalmente telematica. Si tratta della scelta che da sempre contraddistingue la nostra proposta accademica, quella che ci pone come precursori in questo ambito, nonché quella che riscuote maggior successo in un’epoca storica in cui è sempre più necessario ottimizzare i dispendi di energia e le fonti di stress. Diventare emotusologi non è semplice, ma un master di questo tipo ti aiuta ad allinearti nel modo migliore, puntando direttamente alla migliore formazione possibile.

Il programma prevede:

  • Psicologia generale – Tecniche e metodologie di analisi delle espressioni facciali
  • Psicologia generale – Tecniche e metodologie di analisi degli aspetti non verbali del parlato e del comportamento visivo
  • Psicologia dinamica – Le tecniche in micropsicoanalisi
  • Sociologia giuridica della devianza e del mutamento sociale – Tecniche di comunicazione
  • Psichiatria – Tecniche di analisi delle scienze sociali nella comunicazione simbolica
  • Sviluppo sociale e culturale del bambino: metodologie per la comprensione delle variazioni comportamentali
  • Sviluppo sociale e culturale del bambino: metodologie per la comprensione delle variazioni comportamentali
  • Psicologia clinica – L’approccio fenomenologico -esistenziale alla diagnosi e all’intervento sulla persona
  • Procedura penale – La Cross-examination
  • Psicologia generale – Comunicazione non verbale e negoziazione
  • Psicologia sociale- Tecniche psicologiche applicate al gruppo
  • Psicologia generale- Tecniche sperimentali di CNV
  • Sociologia delle dinamiche interpersonali
  • Sociologia dei processi culturali e comunicativi

Il codice deontologico degli emotusologi

analisi del volto

Chi è l’emotusologo? Il professionista del futuro. Questo professionista avrà sempre più rilevanza in futuro. Pensiamo a quanto è importante comprendere le emozioni e la gestione di queste da parte di un candidato ad una posizione lavorativa, soprattutto in posizioni delicate. Ma può dare un grande contributo non soltanto in ambito di assunzione del personale ma anche nell’ambito della giurisprudenza, per svolgere delicate perizie in campo civile e penale.

Per regolare la professione l’Associazione Nazionale ha scelto di chiarire in vari punti quali sono i principi di base che orientano il lavoro degli analisti. Un’etica comune è di grande importanza affinché il lavoro svolto da ognuno venga tutelato dal lavoro di tutti. Cosa afferma il codice?

  • Che le tecniche di analisi, di osservazione e di interpretazione sono finalizzate all’indagine delle emozioni primarie e secondarie
  • Che l’analista del comportamento emozionale può contribuire a sviluppare progetti utili per migliorare la professione
  • Che l’analista indaga su emozioni e comportamenti per una richiesta professionale
  • Ha il dovere di aggiornarsi costantemente e di ampliare quanto possibile conoscenze e competenze
  • Assume come impegno l’assunzione della metodologia e della strumentazione relativa alla disciplina
  • Si impegna a non emettere diagnosi che competono ad altri ambiti
  • Rispetta valori moral e professionali e ne protegge l’’indipendenza, non è pertanto influenzato da pregiudizi

È possibile leggere l’intero decalogo sul sito dell’Associazione Nazionale, che sta compiendo un grande lavoro culturale e non solo per riuscire a portare questa professione dove se ne ha bisogno. Noi come Università Niccolò Cusano siamo felici di contribuire a creare possibilità concrete per colore che vogliono diventare emotusologi, e siamo felici di sapere che con la nostra proposta formativa stiamo facendo buona formazione e diffusione di questa disciplina innovativa ed efficace in modo trasversale.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali