informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come fare il curriculum vitae per l’avvocato penalista

Commenti disabilitati su Come fare il curriculum vitae per l’avvocato penalista Studiare ad Agrigento

Il curriculum dell’avvocato penalista si deve compilare con minuziosa attenzione. Da quelle pagine dipendono assunzioni, riconoscimenti e soddisfazioni. Ma non è soltanto per una ricerca di conferme dall’esterno che il curriculum rappresenta un grande documento e un la sua redazione un momento cruciale. Lo è anche perché ti permette di ripercorrere la tua carriera formativa e le tue esperienze professionali.

Come fare un curriculum da avvocato penalista

fare curriculum da avvocato

In tutte le professioni un curriculum curato e ben fatto è il primo biglietto da visita. Ma ci possiamo anche spingere un tantino più in là con le metafore, è una chiave per aprire tantissime porte. Ma come le dentature delle chiavi tutti gli aspetti di un curriculum devono combaciare con le serrature, con le porte dei lavori a cui ambisci. Se hai delle aspettative in particolare puoi confezionare un curriculum che risponda perfettamente alle caratteristiche del ruolo che stanno cercando, ma come partenza ti suggeriamo di creare un curriculum da avvocato penalista generico che potrai modificare, affinare e adattare per le specifiche esigenze.

Che cosa è un curriculum probabilmente lo sai, ma un’analisi critica e più dettagliata ti aiuterà ad inquadrare come posizionare le informazioni e come esporle. Innanzitutto dev’essere sintetico. Soprattutto negli ultimi decenni si è assistito a una contrazione della comunicazione su diversi livelli, non è esente anche il recruting. Curriculum lunghi millemila pagine sono sconsigliati, anche nell’ambito della giurisprudenza dove siete abituati a studiare manuali di diritto di duemila pagine.

Ecco quali sono i punti da affrontare:

  • Presentazione sintetica
  • Esperienze lavorative
  • Formazione
  • Lingue parlate
  • Competenze professionali
  • Competenze informatiche

Analizziamo i singoli punti per compilarli nel modo corretto. Se li scriverai nel modo giusto saranno più d’impatto ed efficaci, più funzionali a colpire il recruiter o la persona che lo esaminerà per un possibile colloquio.

Presentazione sintetica da avvocato

È la tua breve biografia, in cui segnali l’esperienza più importante di studio e di professione e spendi qualche riga anche per descriverti come professionista nel modo di lavorare e nel modo di approcciarti alle cose che fai. Considerando il fatto che si tratta da un curriculum da avvocato penalista sarebbe auspicabile un linguaggio aderente a un certo rigore, ma senza tecnicismi. Sicuramente puoi dire di te qualcosa di accattivante senza scadere nel ridicolo. Pensa a quali sono le qualità che deve possedere un avvocato nell’ambito penale e attribuiscitele. Però poi sappi che si aspetterà questo da te.

Esperienze formative e lavorative

Questi due argomenti si trattano separatamente, prima uno poi l’altro. Si pongono le informazioni basilari in uno schema, che di solito deve dare i dettagli concreti del tipo di esperienza fatta, quindi ricordati di segnare:

  • Tipo di impiego
  • Datore di lavoro
  • Indirizzo
  • Durata
  • Mansioni

Le prime informazioni sono didascaliche. Alla prima scriverai: avvocato penalista, oppure le altre definizioni specifiche dei ruoli che hai svolto. Anche il tirocinio è un’esperienza professionale, anche se non retribuita, quindi falla risaltare e non dimenticare di segnare nessun dettaglio. La parte importante è l’ultima, quella delle mansioni. In questo caso puoi scrivere qualche riga, senza scadere in dissertazioni troppo lunghe, in cui indichi con parole chiare cosa hai fatto, cercando di essere concreto.

Lingue parlate

Le lingue diventano sempre più importanti anche per chi ha studiato giurisprudenza e sogna un futuro nell’avvocatura. È importante perché l’inglese è diventata la seconda lingua in tutto il mondo, o comunque la lingua che permette a persone provenienti da tutto il mondo di entrare in contatto e di scambiarsi conoscenze. Per continuare a formarsi e aggiornarsi stando al passo con i tempi la conoscenza della lingua inglese è importante per accedere a fonti e approfondimenti che provengono da altri paesi. La lingua straniera, non per forza l’inglese, è importante anche nei tribunali, nei processi, nei passaggi che un avvocato penalista deve affrontare, magari interagendo con persone di altre nazionalità.

Competenze professionali

Qui rientrano quelle competenze che nel curriculum europeo e in molti altri esempi di curriculum vengono spacchettate in:

  • Organizzative
  • Comunicative
  • Informatiche

Le prime sono quelle che afferiscono all’ambito logistico e amministrativo. Fanno parte di queste abilità tutte le esperienze che ti hanno insegnato a gestire flussi di lavoro, team di professionisti, scadenze e impegni pianificando con strategia e ottimizzazione dei tempi e della fatica.

Le competenze comunicative, fondamentali per coloro che hanno intrapreso o desiderano percorrere la strada della professione da avvocato penalista, è fondamentale. Saper esporre, dichiarare, interloquire in modo attivo e collaborativo è sicuramente una skill che gioca a favore dei professionisti.

Competenze informatiche e altro

Anche l’uso del computer e dei programmi non può essere dimenticato. In un mondo in cui la tecnologia ha invaso qualsiasi settore anche quello del diritto non è immune dalle innovazioni e dagli avanzamenti. Fortunatamente. Un avvocato che non sappia usare il computer non ha modo di accedere a moltissime informazioni, opportunità, comunicazioni che possono fare la differenza per avere un quadro completo della situazione in cui si vedrà coinvolto come avvocato. Segnala quanto sia usare il computer e come ti aiuta nella tua professione, indicando i programmi in cui sei più esperto.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali