informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Lavorare nel fintech: quali sono le opportunità?

Commenti disabilitati su Lavorare nel fintech: quali sono le opportunità? Studiare ad Agrigento

Lavorare nella fintech sembra essere il trend del momento. Eppure il mondo si divide tra chi desidera ardentemente farne parte e chi non sa neanche lontanamente di che cosa si tratta. In questa breve guida cercheremo di fornire una descrizione approfondita, soprattutto delle opportunità che si stagliano all’orizzonte di coloro che vogliono intraprendere una carriera in questo ambito.

Lavorare nella fintech: definizione

Fintech è un’abbreviazione di tecnofinanza, ovvero un tipo di industria sempre più in crescita che da qualche tempo a questa parte ha rivoluzionato in maniera consistente il settore bancario e finanziario, e in particolar modo il modo in cui noi utenti ci interfacciamo a queste realtà.

Può risultare ripetitivo e scontato affermare che si tratta di un settore innovativo, ma forse mai come ora è necessario utilizzare questo termine. Le competenze per lavorare nella fintech sono quelle che scaturiscono da una formazione all’avanguardia, attenta agli avanzamenti digitali e tecnologici nel mondo dell’economia e della finanza.

Molto spesso, quotidianamente, facciamo esperienza di home banking, app per pagamenti, procedure per carte di credito e carte di debito, e questi sono gli aspetti più conosciuti del campo di cui ci stiamo occupando. Oltre a questi troviamo le criptovalute, i robo-advisor, le piattaforme di prestito tra privati e molte altre cose che andrebbero indagate singolarmente.

Molti termini sono ormai di uso comune: blockchain, crowdfounding, chatbot, open API. Ma molti altri rimangono sconosciuti ai più e restano appannaggio delle persone del mestiere.

Ti affascina questo mondo? Pensi che sia un ambito in cui potresti fare carriera, in modo entusiasta e soddisfacente. Allora addentriamoci e scopriamo quali competenze servono, prima di soffermarci sulle opportunità che emergono.

Competenze per lavorare nella fintech

finanza tecnologicaProviamo a indovinare quale ambito di studi sia più calzante per gli studenti che vogliono prepararsi a una carriera nella tecnofinanza. La risposta è molto intuitiva. La facoltà di Economia si distingue facilmente come il luogo privilegiato in cui formarsi per lavorare nella fintech.

Lo studio prepara, consente di prendere dimestichezza con gli argomenti dell’economia e i processi della finanza, ma quando si tratta di applicare i concetti, è lì che si gioca la differenza tra chi potrà trasformare lo studio in un ponte per la realizzazione professionale e chi resterà un teorico (anche solo per un breve periodo).

Per ottenere un lavoro nella tecnofinanza è necessario possedere delle skills, alcune delle quali si rivelano utili anche per molti altri lavori innovativi e di recente diffusione. Non solo una laurea, ma anzi un’attitudine alla novità, una passione e intraprendenza spontanea per le possibilità offerte dalla tecnologia, il desiderio di investire le proprie risorse in modo nuovo, questi sono alcuni degli elementi vincenti che possono caratterizzare le future stelle della fintech.

UX designer, developer, data scientist, sviluppatori di algoritmi, i mille volti dei professionisti della nuova finanza stupiscono per varietà e capacità di adattamento. È facile riscontrare in queste personalità la giusta miscela tra le famose soft skills (pensiero creativo, capacità di collaborazione, gestione del tempo, comunicazione) e le hard skills.

Quali opportunità per chi cerca lavori nella fintech?

Un ottimo modo per lanciarsi in questa carriera del futuro è quella di responsabilizzarsi e scegliere di avviare un progetto sulla base delle proprie intuizioni. Innovazione, tecnologia e digitale lasciano ampio margine all’autonomia, alla creatività e alla capacità decisionale e imprenditoriale di ognuno. Le startup sono ottime realtà in cui muovere i primi passi, sia come dipendenti che come liberi professionisti, quali che siano le tue pregresse esperienze formative (laurea in Economia, o laurea in Ingegneria, ad esempio).

Molte opportunità nella finanza tecnologica arrivano dall’estero, dove questo comparto si è sviluppato in modo più esponenziale e capillare, offrendo sbocchi molto più numerosi. Se il tuo sogno è lavorare fuori dall’Italia potresti prendere in seria considerazione l’idea di trasferirti in un contesto internazionale, confrontandoti con le sfide globali e sperimentando l’incontro con culture diverse dalla tua. Stimolante, non trovi
Tra i settori più “ordinari” e tradizionali in cui cercare lavoro nella fintech possiamo citare il settore bancario, che si è modellato sulla base delle recenti trasformazioni sempre più tecnologiche. In qualche modo la fintech rappresenta proprio la moderna evoluzione dell’idea di banca.

Forse può essere utile entrare ancora di più nel dettaglio e scoprire in quali aree operano le fintech.

Settori fintech: dove trovare lavoro nella tecnofinanza

Per concludere questo articolo vogliamo tracciare dei punti nella mappa che rappresenta questo vastissimo campo professionale e di interesse. A questi punti corrispondo diversi sottoambiti, ognuno può offrire molteplici possibilità:

  • Finanza personale
  • Equity crowdfunding
  • Pagamenti
  • Investimenti
  • Crowdlending
  • Rimesse estere

Dalle applicazioni alle piattaforme che permettono di organizzare le spese in modo automatico e nell’immediato, tramite semplici click, passando per i portali che consentono di finanziare progetti diventando al tempo stesso azionisti. Come puoi vedere ci sono una miriade di occasioni e di contesti in cui puoi lanciarti se il tuo sogno è lavorare nel settore finctech. Prepara il tuo futuro, scegli un corso di studio adeguato, magari iscrivendoti a un corso di laurea in Economia on line o scegliendo un master universitario di primo o secondo livello. Presto il mondo della finanza tecnologica sarà a portata di mano.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali