informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Lavorare nel sindacato: studi e possibilità

Commenti disabilitati su Lavorare nel sindacato: studi e possibilità Studiare ad Agrigento

Lavorare nel sindacato sarebbe la tua passione? Ti piacerebbe spenderti quotidianamente per i diritti dei lavoratori? Ecco, questa è una bellissima notizia per tutti. Anche noi siamo piacevolmente colpiti dai giovani che ancora vogliono camminare professionalmente verso l’etica del lavoro, per condizioni lavorative più eque, giuste, sicure. Solo attraverso questo lavoro e questo impegno si può costruire una società più giusta, più capace di assicurare dignità a tutti.

Lavorare nel sindacato: il percorso

lavorare come sindacalista

Non si può diventare sindacalisti senza essere iscritti all’interno di un sindacato, sarebbe davvero una contraddizione in termini. Se vuoi vedere e toccare con mano cosa significa diritto del lavoro devi sperimentare la vita lavorativa all’interno di un settore. Devi studiarne i vari aspetti, dall’economia all’organizzazione. L’organo del sindacato rappresenta un organo istituzionale con una posizione ben precisa all’interno dell’azienda, in esso vengono gestite molte attività e iniziative per la conoscenza, la diffusione e il supporto dei diritti e dei doveri dei lavoratori. Tutte le aziende con più di 15 dipendenti possono costituire un sindacato interno, nominando un rappresentante che dev’essere eletto dai membri stessi. Cosa fa il rappresentante sindacale? Gestisce le pratiche del sindacato, riguardanti i vari temi della sicurezza dei lavoratori e dei loro diritti, e contemporaneamente verifica che tutti i membri facenti parti dell’istituzione si spendano in modo corretto e leale per il raggiungimento degli obiettivi collettivi.

Fare il sindacalista: pro e contro

Sappiamo che è un lavoro affascinante, interessante, stimolante. Ma non è sempre facile. Questo vale per qualunque tipo di lavoro, in effetti. Ma quello del sindacalista a volte viene idealizzato. Il percorso che si deve fare per arrivare fino a una posizione di rilievo in questo ambito è molto lungo e anche piuttosto turbolento. Diciamo che non vengono risparmiati anche momenti difficili.

Chi inizia a fare sindacato nella propria piccola azienda e poi desidera fare carriera si troverà di fronte moltissime altre persone di altre aziende con le sue stesse intenzioni. A volte si vocifera che riesce ad arrivare in alto solo chi ha quella cosa che in Italia sembra agevolare un po’ tutti: la raccomandazione. Ma senza malignare troppo noi possiamo dire che sicuramente sussistono realtà in cui questo può accadere, ma che conosciamo moltissime persone del sindacato che si sono fatte da sole e che veramente portano avanti la professione onorandola realmente.
Questo appunto ci permette comunque di sottolineare un concetto fondamentale: per lavorare come sindacalista serve intelligenza, tenacia, pazienza e buona volontà.

Sindacalista in piccole, medie o grandi imprese

Ovviamente le sfide del sindacato cambiano a seconda del volume delle persone coinvolte nell’azienda in cui si presta servizio. In qualsiasi azienda entrerai a lavorare probabilmente potrai entrare nel comitato già esistente? Non esiste. Ancora meglio, puoi crearne uno. Come accade anche per altre istituzioni anche il sindacato è spesso popolato da diverse figure, diversi ruoli che hanno tutti importanza, ognuno dei quali si dedica a un aspetto differente. Quali sono le tue professionalità? Hai abilità comunicative, organizzative, informatiche? A seconda della tua predisposizione puoi chiedere di ricoprire un ruolo diverso, in cui tu possa essere utile e al tempo stesso spiccare per il contributo dato. Per distinguerti dal resto degli iscritti e dai personaggi che fanno parte del sindacato devi avere molto tempo da dedicare a questa attività, molta passione, innovazione e idee intelligenti, capaci di colpire e di lasciare il segno, ma soprattutto funzionali all’obiettivo finale del sindacato: la protezione e valorizzazione dei diritti dei lavoratori.

Fare il sindacalista: una sintesi

Riepiloghiamo due caratteristiche fondamentali della carriera nel sindacato:

1. Iscriversi al sindacato, interagire con le figure di gestione e i delegati, e valutare insieme a loro se è possibile occupare qualche posto libero all’interno del comitato, compatibilmente con le tue esperienze e i tuoi talenti. All’inizio potrà capitare che non farai esattamente quello che immaginavi, ma con il tempo la tua determinazione verrà senz’altro premiata.

2. Il lavoro da sindacalista non implica l’esclusività della mansione. Puoi tranquillamente fare due lavori contemporaneamente, oppure lavorare e studiare. A proposito di studio, l’Università Telematica Niccolò Cusano propone un master in Diritto e processo del lavoro e della previdenza sociale, che si colloca come uno dei migliori percorsi formativi post universitari per gli operatori del settore. Responsabili sindacali o aspiranti tali sono tra gli allievi ideali di questo master, che tramite un approccio formativo pratico telematico consente di acquisire il massimo delle competenze senza un impegno ulteriore in termini di spostamenti, trasferimenti e frequenze in aula. Al termine del percorso di studi le figure che usciranno avranno un canale privilegiato per gestire rapporti di lavoro nel sindacato, avendo acquisito strumenti perfetti per la risoluzione di casi particolari nel mondo del lavoro e del diritto a questo connesso.

Il master ha una durata pari a 1500 ore e 60 cfu e viene erogato in modalità e-learning, con lezioni e materiale di studio sempre disponibile 24 ore su 24. Tramite i test di verifica di autoapprendimento si avanza rapidamente nello studio e nell’acquisizione delle discipline. Per l’iscrizione è necessario il possesso di una laurea triennale o magistrale. Per maggiori informazioni compila il form.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali