informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Pensare positivo: ecco come fare e perché fa bene all’umore

Commenti disabilitati su Pensare positivo: ecco come fare e perché fa bene all’umore Studiare ad Agrigento

Universitari questi caldi vi buttano giù? Siete reduci da una stancante sessione di studi e vi sentite comunque impreparati? Avete paura di affrontare un esame particolarmente tosto? Insomma, in una sola parola, vi sentite DEPRESSI? Niente paura, è uno status assolutamente passeggero e in questo articolo lo staff della Università online Niccolò Cusano di Agrigento ha intenzione di fornire tutti i consigli su come riuscire sempre a pensare positivo, sconfiggendo i momenti di negatività e tristezza.
emozioni positive
Infatti, seppur inevitabili e parte integrante della crescita, riuscire a ridurre quanto più possibile questi momenti di depressione è il modo migliore per condurre un percorso accademico (e personale) lieto e senza intralci. La tristezza e i momenti down, dunque, devono essere catalizzati per spronare verso un miglioramento ma non devono mai superare quelli di positività.

Il rischio è quello di associare l’università con la negatività, arrivando così ad avere una visione funesta anche del futuro lavorativo. Inoltre la negatività fa aumentare gli stati d’ansia e lo stress così da influire anche sui risultati degli esami.

Insomma, bisogna saper affrontare questi momenti e riuscire ad essere positivi, anche nel corso dei momenti difficili.

Come raggiungere sempre l’ottimismo: i consigli della Unicusano

Ecco qua quattro consigli spassionati a cura dello staff della Unicusano di Agrigento per ritrovare la positività e mantenere una mente aperta all’ottimismo…

Catalizzare le emozioni negative

Ansia, stress, depressione, paura di non farcela? Imparate a convivere con queste emozioni e a catalizzarle verso la positività.

Per farlo occorre capire che tutto lo sforzo è finalizzato ad un futuro e bisogna impegnarsi al massimo per realizzarlo: dunque la negatività servirà da spinta e da sprone per riuscire ad impegnarsi e a far meglio. In una sola parola: a riuscirci!

Pensare in maniera lungimirante

Nel corso dell’università possono capitare momenti negativi, magari dopo un brutto voto o una delusione o un periodo di forte sforzo mentale e mnemonico; occorre saperli riconoscere e contestualizzare. Appartengono, infatti, a situazioni “normali” nel corso degli anni di studio.

Per superarli efficacemente bisogna pensare in maniera lungimirante, comprendendo che tutti gli sforzi e le difficoltà sono finalizzate a raggiungere un futuro radioso sia a livello lavorativo sia personale.

Confrontarsi con persone competenti

In caso di leggera depressione o nel corso di momenti bui dove ci si sente sopraffatti dall’ansia e dallo stress è bene cercare il conforto da parte di parenti ed amici ma anche di persone qualificate per riuscire a incanalare di nuovo i pensieri verso la positività.

Ciò che a volte sembra essere insormontabile – se visto con gli occhi di un’altra persona – è in realtà un ostacolo facile da superare. Dunque, non preoccupatevi: c’è sempre un rimedio a tutto e si può sempre imparare a pensare in maniera positiva.

Conoscersi

Abbiamo lasciato come conclusione questa “pratica” da mettere in campo per riconquistare il buonumore anche se probabilmente quanto diremo racchiude anche quanto detto finora. Conoscere se stessi è il modo migliore per sapere realmente come affrontare la tristezza e scacciarla.

Ognuno di noi, infatti, sa se ha un carattere soggetto alla depressione e quali possono essere le cause scatenanti di queste emozioni negative. Dunque, conoscendosi, si riesce meglio a gestire ed incanalare la propria vita verso i binari della felicità.

Inoltre, alcuni di noi hanno maggiore necessità a “forzare” un pensiero positivo rispetto ad altri dove questo riesce piuttosto naturale. In questo primo caso, quindi, occorre fare un grande lavoro su se stessi che – vi garantiamo – porterà benessere e felicità e una maggior voglia di vivere.

Raccolta di frasi positive sulla vita: ecco come stare meglio

Poi, vogliamo venire incontro a tutti coloro che hanno bisogno di una spintarella in più. Ci sono, infatti, alcune frasi che possono essere lette e – magicamente – riusciranno ad ispirare positività. La Unicusano di Agrigento ha deciso di raccoglierle qui di seguito

  • La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altri (Oscar Wilde)
  • Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita (Mark Twain)
  • La vita non si misura attraverso il numero di respiri che facciamo, ma attraverso i momenti che ci lasciano senza respiro. (Maya Angelou)
  • La vita è un’enorme tela: rovescia su di essa tutti i colori che puoi (Danny Kaye)
  • La vita puoi sognarla mentre essa fugge via. O puoi goderla con tutta l’ardore e l’ingordigia di viverla. (Ada Ferrante)
  • L’universo è cambiamento: la nostra vita è il risultato dei nostri pensieri. (Marco Aurelio)
  • Diventare adulti non è una scelta, solo diventare maturi lo è. Non è da tutti rischiare per i propri sogni, cadere e risollevarsi. Ritentare. Non lasciarsi mai sconfiggere dalle prove che la vita ci mette davanti. Dare e ricevere amore, soffrire, gioire, incontrarsi, conoscersi. Questa è la vita di chi sceglie di vivere, non solo di esistere. (Degas)
  • Non si può scegliere il modo di morire. O il giorno. Si può soltanto decidere come vivere. Ora. (John Baez)
  • Non piangere perché è finita, sorridi perché è accaduto. (Dr. Seuss)
  • La vita è un po’ come un’onda che ti trascina e ti trasporta… Poi, però, raggiunge la riva e… sembra morta! Invece no: si rinnova! Arriva un’altra onda ancora! E ancora…! (Vasco Rossi)
  • La vita non è né brutta né bella, ma è originale! (Italo Svevo)
  • Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

Scegliere una di queste frasi come propria “massima” personale – e ripeterla nei momenti di difficoltà come fosse un mantra – riuscirà a ristabilire la tranquillità mentale, facendo spazio di nuovo ad emozioni positive.

Non solo frasi: la musica che fa star bene

ottimismoProprio così, come qualcuno di voi avrà sicuramente notato alcune di queste frasi appartengono a delle canzoni. Infatti la musica ha un ruolo centrale nel promuovere pensieri positivi e, quindi, lo staff della Università online di Agrigento ha deciso di fornire anche una lista di canzoni che dovete assolutamente ascoltare per fugare i momenti di depressione.

La musica, infatti, agisce a livello cerebrale stimolando dei ricettori: può far ridere, può far piangere e può aumentare il nostro ottimismo – a seconda dello status che si vorrebbe raggiungere. Esistono canzoni capaci – dunque – di donare felicità e una playlist realizzata con questo criterio rende possibile arrivare a ritrovare il buonumore con una facilità sorprendente.

Ma quali devono essere le caratteristiche della musica della felicità? Innanzitutto devono essere presenti voci acute, un ritmo veloce e incisivo ed una melodia orecchiabile.

Insomma, vediamo qui di seguito cinque canzoni che stimolano la positività: una selezione di brani in lingua inglese ed italiana perfetti per tutti i gusti! Ed oltre alle canzoni riportate qui sotto, ricordate che basta riascoltare una canzone che custodisce il ricordo di un momento felice per stimolare il cervello verso questa emozione.

  • Bobby McFerrin – Don’t Worry Be Happy
  • Beach Boys – Surfin Usa
  • Domenico Modugno – Nel blu dipinto di blu
  • Pharrell Williams – Happy
  • Vasco Rossi – Splendida giornata

Se siete in un momento down, quindi, niente paura passerà presto se correrete ad ascoltare queste canzoni!

Avete trovato utili questi consigli? Non esitate a contattare il vostro tutor universitario in caso di problemi con delle materie accademiche o degli esami: saprà consigliarvi al meglio e aiutarvi a raggiungere i migliori risultati!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali