informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come si diventa biologo? Studi e possibilità

Commenti disabilitati su Come si diventa biologo? Studi e possibilità Studiare ad Agrigento

Vuoi sapere come si diventa biologo? Fin da piccolo sognavi di immergerti nei segreti della natura e mostravi una naturale propensione per le scienze? È giunto il momento di capire qual è il percorso più adatto per raggiungere questo obiettivo professionale.

Come si diventa biologo

lavoro da biologoPer diventare biologo ti aspetta un cammino denso di interessanti sfide, ma prima ancora di fare il primo passo è utile schiarirsi le idee. Quella del biologo è una professione che si distingue per diverse specializzazioni e di conseguenza diverse professionalità. Devi comprendere quale sia il settore della biologia che ti interessa di più.

Il percorso di studi che intraprenderai dipende soprattutto da questo, dalla branca che sceglierai. Anche il tuo futuro lavoro di biologo dipenderà da questo. Potresti diventare biologo ambientale, oppure biochimico, microbiologo, zoologo, biotecnologo, ecologo. Hai visto quante diverse specializzazioni? E non sono neanche tutte. La scelta iniziale, se fatta con attenzione, sarà quella giusta per portarti esattamente sulla tua strada.

Cosa studia la biologia: i percorsi di studio

Nonostante le differenze sostanziali tra alcune di queste materie, ovviamente esiste una base che le accomuna. La biologia cosa studia in sostanza? È una disciplina che si fonda soprattutto su materie come fisica, chimica, genetica, matematica e, appunto, biologia.

Oltre a queste materie, durante le tue scelte universitarie potrai indirizzare il tuo obiettivo formativo verso l’ambito specifico che ti interessa approfondire. Potrebbe essere la ricerca, l’analisi e comprensione degli organismi viventi (e di conseguenza lo studio delle Scienze Biologiche in generale), oppure l’applicazione di questa disciplina in ambito medico, farmaceutico, chimico o zootecnico (e allora dovresti optare per Biotecnologie).

Concluso il percorso di laurea triennale è utile e molto consigliato seguire un master universitario di primo livello. Il master è un ulteriore approfondimento e in questo caso definisce in modo netto e preciso il ruolo che andrai a svolgere, per questo è importante che sia strettamente inerente al settore che ambisci: ambientale, medico, nutrizionistico, evoluzionistico.

Diventare biologo: i master universitari Unicusano

L’Università telematica Niccolò Cusano ha istituito presso Agrigento, e presso molte altre città d’Italia, diversi master universitari on line di primo e di secondo livello. Alcuni di questi sono orientati alla formazione professionalizzante di futuri professionisti nell’ambito della biologia. Ecco due esempi tra le molteplici proposte offerte.

Master I Livello in Genetica ed epigenetica applicata al trattamento nutrizionale

Il master di I livello in Genetica ed epigenetica applicata al trattamento nutrizionale è rivolto a tutti coloro che intervengono e operano nel campo della salute, come: farmacisti, veterinari, odontoiatri, biologi. Il focus è incentrato sulla genetica nutrizionale, che rappresenta uno dei fondamenti su cui si basa la moderna nutrizione e la prevenzione delle patologie nel rispetto delle esigenze nutrizionali individuali.

Il master offre ai biologi interessati alla nutrizione strumenti innovativi per la diagnostica molecolare, sulla pianificazione di schemi nutrizionali utili al mantenimento della salute e sull’analisi della suscettibilità alle malattie.

La nutrigenetica ha come obiettivo la prevenzione, consente la valutazione del rischio di sviluppo di patologie specifiche e lavora per arginare l’effetto negativo di un polimorfismo genetico attraverso l’uso degli alimenti.

Master II Livello in Medicina ambientale

Per i laureati magistrali è possibile iscriversi a un master universitario di secondo livello in Medicina Ambientale. Questo percorso post universitario si prefigge di formare i professionisti in grado di lavorare sulle problematiche di salute correlate ad esposizione ambientale.

Il master vuole essere un percorso privilegiato di conoscenza e diffusione di tematiche sanitarie connesse alla prevenzione di patologie legate ad eziologia ambientale, e di elementi di fisica, ingegneria, chimica e tossicologia ambientale, attraverso monitoraggi degli inquinanti su diverse matrici. Verranno trattati anche i temi della percezione del rischio, del principio di precauzione e del danno sanitario.

Come diventare biologo: le competenze richieste

Le competenze richieste a un biologo sono in primis legate alle conoscenze di Biologia e Chimica e delle cosiddette “scienze pure”, ma queste rappresentano soltanto una prima base.

Oltre a queste avrai bisogno di una buona padronanza della lingua italiana, utile per la scrittura e la redazione di rapporti e testi, e di una buona conoscenza della lingua inglese, per entrare in relazione con la comunità scientifica di cui farai parte.

Ci si aspetta da te che sia in grado di svolgere lavoro di laboratorio, portare avanti esperimenti e coniugare l’aspetto pratico alla tua conoscenza teorica. Questo è quello che si potrebbe definire apprendimento attivo: una buona capacità di analisi e anche una discreta umiltà, che non solo ti permetta di ammettere i tuoi errori ma anche di imparare da essi.
Di contro, quello che ti aspetta è un lavoro specializzato e stimolante, che può anche godere di buoni stipendi. In generale l’ambito delle biotecnologie è più remunerativo di altri, lo stipendio medio di un biologo all’inizio della carriera può non superare i 1200 euro, ma con il proseguire della carriera può anche aumentare, fino a superare i 2500 e oltre, a seconda dei contesti in cui ci si inserisce.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali