informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Studiare in spiaggia: 4 consigli da seguire

Commenti disabilitati su Studiare in spiaggia: 4 consigli da seguire Studiare ad Agrigento

Studiare in spiaggia può sembrare fantastico. Leggere onde del mare come sottofondo, una piacevole brezza, il sole velato dall’ombrellone. Ma no, spesso la realtà è ben diversa. E difatti spesso il sole ci ustiona la pelle e rende la sabbia diventa una colata di materiale rovente. Il vento non è che un ricordo della primavera e intorno gli schiamazzi di chi gioca a beach volley e di chi ha pensato bene di mettere la musica a tutto volume sono il sottofondo infernale di un pomeriggio di studio che rischia di diventare un disastro. Ok, forse non è vera neanche questa versione dei fatti, ma purtroppo ci siamo andati vicini. Eppure non è il caso di rinunciare una volta per tutte a studiare al mare, anzi, si può fare ottenendo splendidi risultati, ma adottando qualche accorgimento.

Studiare al mare: quattro consigli d’oro

studiare d'estateSì, studio e mare possono andare d’accordo. Forse non in pieno agosto, nel periodo più infuocato dal punto di vista climatico e turistico. Si può studiare al mare con calma e tranquillità soprattutto prima dell’altissima stagione, per tutto il mese di giugno e anche per le prime settimane di settembre, se avete l’opportunità di vivere in una regione dalle temperature elevate. Se siete studenti dell’Università di Agrigento di certo potete godere di questo privilegio. Ma se per cause di forza maggiore non potete programmare la sessione di studio estiva nelle settimane con minore affluenza e con caldo più moderato, ecco i nostri suggerimenti per evitare di trasformare lo studio estivo in un incubo.

1. Scegliere le ore meno calde e i giorni ventilati (ma poco)

La location dove si studia è importante. Il mare ha dalla sua parte il fatto di essere riconosciuto e percepito universalmente come luogo rilassante, ed effettivamente lo è. Ma perché lo sia davvero è meglio scegliere di studiare in spiaggia soltanto nella fascia della giornata meno calda (che spesso corrisponde anche a quella in cui le spiagge sono meno frequentate. Consulta il meteo e scegli un giorno in cui viene segnalato un po’ di vento. Attenzione, un po’ di vento. Evita di scendere in spiaggia con i libri per gli esami della sessione estiva quando il vento soffia forte, mangiare sabbia e scartavetrarsi gli occhi non è una buona idea.

2. Programmare lo studio quando si hanno più energia

L’ideale sarebbe studiare d’estate solo quando si ha la possibilità di investire il massimo delle proprie energie in modo produttivo. Ad esempio, studiare al mare a termine di una giornata di nuotate, partite a bocce, panini con tonno e maionese e tintarella a mezzogiorno forse non si rivelerà la scelta migliore. La cappa di una stanchezza atavica potrebbe avere giustamente la meglio. Se così non fosse probabilmente sei il figlio di Robocop e non lo sai. Insomma, anche se la giornata è tiepida, c’è poca confusione e fa fresco, ricordare di optare per studiare nei giorni giusti, quelli in cui ti puoi davvero dedicare allo studio, senza stress e senza troppi impegni di svago o di altro genere.

3. Organizzare lo spazio

Scegliere di dedicarsi allo studio in spiaggia senza avere a disposizione i comfort assicurati da una spaziosa scrivania e da una casa con tutti i servizi è una scelta che va ponderata. Senza ombrellone mai, questa è la regola di base. Con il sole non si scherza. Ma non basta l’ombrellone. Ti consigliamo di portare con te tutto ciò che può servirti per rendere lo spazio funzionale: un telo molto ampio, una sdraio comoda, l’occorrente per sottolineare e cancellare, post it per segnalare i punti essenziali e fissare eventuali note. Non è il caso di studiare con il pc o il tablet, a meno non sia possibile usufruire in modo comodo di una postazione di carica. Insomma, l’idea è quella di rendere la sessione di studio al mare un momento produttivo e addirittura rilassante, forse anche di più rispetto a quando ti capita di studiare da casa. Se dovessi accorgerti che la posizione in cui sei messo ti urta dopo pochi minuti o che ti manca un accessorio importante per portare avanti lo studio in modo efficaci potresti vanificare le buone intenzioni con cui sei partito.

4. Riposare bene

Studiare d’estate è impegnativo, e c’è chi sostiene che sia molto più impegnativo rispetto allo studio invernale. In effetti il caldo ha effetti controproducenti sulle performance del cervello, può diminuire la concentrazione, rallentare la memoria, rendere più difficoltoso il ragionamento. Tranquillo, non stai perdendo colpi, sono le alte temperature ad abbassare le tue capacità in modo temporaneo.

Un consiglio vivissimo e spassionato che ci auguriamo tu scelga di tenere in debita considerazione riguarda il riposo. D’estate è importantissimo dormire bene, la giusta quantità di ore, e garantire al fisico e alla psiche il giusto recupero di energie. Se la notte il caldo ti impedisce di prendere sonno facilmente, oppure le zanzare ti svegliano e ti spezzano il sonno, prova a fare qualche riposino pomeridiano. Riposare non è reato, anzi rigenera la mente e infonde nuova energia. Solo con la giusta dose di riposo studiare d’estate è possibile e addirittura piacevole e produttivo.

Credits foto in evidenza: Depositphotos.com – Maryna_Andrejchenko
Credits foto 1: Depositphotos.com – Bignai

 

.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali